News

BARI – DALLE TENDE AGLI UFFICI DISGREGATI!!! PERSONALE AMMINISTRATIVO ED AVVOCATI IN PIAZZA

Ci giunge voce delle decisioni Ministeriali in merito alla provvisoria risoluzione della “emergenza degli uffici giudiziari baresi” attraverso una “soluzione ponte” che consiste nel “togliere le tende” e trasferire Procura e Tribunale Penale rispettivamente a Bari in via Brigata ed a Modugno in strutture non idonee a contenere tutto il personale ivi presente.

A non voler considerare la concreta possibilità (mancando nelle due sedi prescelte posto per tutti) che si debbano ancora sottrarre “stanze” nel palazzo di Piazza De Nicola anche ad uffici di pertinenza della Corte di Appello, come gli UNEP ed il CISIA, già attualmente sacrificati nei locali a loro adibiti o che si debbano fare delle scelte tra “chi resta e chi va”, sentenziando il trasferimento di questi ultimi uffici altrove…

Inoltre, si è pensato di ricorrere alla “turnazione” ed al “lavoro multiperiodale” quali strumenti contrattuali da utilizzare per il personale amministrativo, stante la necessità di gestire la inadeguatezza degli spazi messi a disposizione…

Ciliegina sulla torta: dall’1 ottobre le cancellerie potrebbero essere costrette ad eseguire migliaia di notifiche per ottemperare alla convocazione di tutte le parti processuali alle nuove udienze, stante la decisione del Ministro Bonafede che, in via d’urgenza, ha decretato la sospensione dei termini processuali sino al 30 settembre!

Ma noi non ci arrendiamo!!!

E’ per questo che martedì 26 giugno sosterremo i diritti dei lavoratori giustizia aderendo alla “marcia di protesta” indetta dall’Ordine degli Avvocati, che partirà alle 12.00 circa dal Palazzo di Giustizia di Piazza De Nicola per giungere al Piazzale antistante il Palazzo di via Nazariantsz, per dire:

No allo smembramento degli uffici giudiziari baresi!

Si alla Sicurezza, dignità professionale e unitarietà dell’edilizia giudiziaria!

Alleghiamo: nota del Segretario Generale Prot 49 – 2018 situazione Uffici Giudiziari Baresi_; Comunicazione Assemblea del 26 giugno 2018

ll Segretario Generale Regionale

        (Maria Pia Erriquez)          

SETTORE UNEP – RISPETTO DELLE DECLARATORIE PROFESSIONALI

In tema di riorganizzazione degli uffici UNEP a seguito delle procedure di riqualificazione ex art. 21 quater legge 132/2915 non è prevista la disponibilità del singolo lavoratore a svolgere alcune piuttosto che altre attività, pur rientranti nel proprio profilo professionale a seguito di procedura di riqualificazione. Si ricorda che il passaggio da Ufficiale Giudiziario a Funzionario prevede un passaggio d’area e configura, quindi, novazione del rapporto di lavoro con sottoscrizione di nuovo contratto. Pertanto non è nella facoltà del singolo sottrarsi alle attività di istituto.

Confintesa FP scrive al Ministero per chiedere il rispetto delle declaratorie professionali.

Nota Prot 47 2018 UNEP AGRIGENTO

FLASH 26 – UNEP RISPETTO DECLARATORIE PROFESSIONALI

Ratti (Confintesa FP): Il rispetto delle regole è alla base di una buona giustizia

A volte i magistrati dimenticano la separazione dei poteri e creano, in autonomia, delle regole senza alcun confronto ed al di fuori di ogni contratto.” Lo dichiara Claudia Ratti Segretario Generale di Confintesa FP in merito a quanto accade alla Corte di Appello di Venezia dove la Presidente, Dott.ssa Maria Luisa Marini, dispone del tempo di lavoro di alcuni dipendenti dei Tribunali del distretto applicandoli <<da remoto>>.

Peccato che la Presidente Marini non sia il loro datore di lavoro, qualcuno glielo comunichi. Neanche un Presidente di Corte d’Appello, – conclude Claudia Ratti– deve avere comportamenti che esulano dai Contratti e dalle leggi”.

CATANIA – STESSO UFFICIO…STESSO CALDO!

Anche quest’anno l’estate è arrivata, ma ancora nulla nei locali dell’ex Pretura catanese di via Crispi è cambiato! E si continua a boccheggiare.

E’ a dir poco affliggente, lì, svolgere le udienze come il resto delle attività lavorative, restando a “cuocere” in stanze-sauna per 6 ore e più al giorno, e le settimane a venire saranno molto peggio.

Problematica tutt’altro che nuova. Ma, nonostante i ripetuti solleciti di tutti, per un intervento risolutivo e l’impegno dell’Amministrazione a tal fine, si è giunti al QUARTO anno di intollerabile sofferenza per tutto il personale in servizio nel plesso.

Confintesa ha ben a cuore la tutela della salute di tutti i lavoratori coinvolti e, con costante attenzione, interviene e vigila affinché la questione abbia esito felice, e nell’imminenza!!!

Nell’attesa di una soluzione definitiva, che ad oggi appare ancora una chimera, ne chiediamo provvedimenti ben  più utili dei ventilatori, prontamente distribuiti l’anno scorso,  ma assolutamente insufficienti per numero e per capacità di dare un serio e apprezzabile ristoro, insufficienti altresì a garantire adeguate areazione e climatizzazione  dell’edificio dello stesso.

I lavoratori hanno diritto di svolgere le loro mansioni in un ambiente salubre …..e questo non lo dice solo Confintesa, ma la legge!

Vedasi, fra le altre, il T.U. in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro con disposizioni specifiche sul microclima.

 Abbiamo già scritto al Presidente e alla Dirigenza di questo Tribunale… Vogliamo  risposte concrete, non più promesse senza scadenza!!!

Vi aggiorneremo costantemente!

 

VISITA DEL MINISTRO BONAFEDE PRESSO GLI UFFICI GIUDIZIARI DI BARI: CONFINTESAFP PRESENTE

8th Giu
2018
Non Attivo

Nella giornata del 7/06/2018 il Ministro Bonafede, in occasione della visita agli uffici giudiziari di Bari, in mattinata presso il piazzale antistante del Palazzo di via Nazariatsz e nel primo pomeriggio presso il vecchio Palazzo di Giustizia di Piazza De Nicola, ha incontrato, insieme al Direttore Generale, Dott.ssa Fabbrini ed al rappresentante del Ministero, Dott. Mungo, i Capi degli Uffici Giudiziari baresi, i rappresentanti di ANM, il Sindaco, il Prefetto, le Autorità, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari, le RLS e le RSU di tutti gli uffici giudiziari, tra cui il Segretario Generale Regionale, Maria Pia Erriquez ( anche RSU della Corte di Appello) ed il Vice Segretario Provinciale, Mariantonietta Casalaspro (anche RSU della Procura), ed il personale amministrativo, riunito per l’occasione in assemblea sindacale.

Il Ministro così ha potuto vedere con i sui occhi lo scenario da “emergenza terremotati” della nostra vergognosa “tendopoli giudiziaria” ed ha potuto sentire con le sue orecchie la disperazione dei colleghi ancora costretti ad entrare nel Palazzo pericolante nonostante la revoca dell’agibilità, anche se ne sia stato inibito l’accesso a tutti gli altri operatori della giustizia.

TUTTO QUESTO NON E’GIUSTO!!!

Ad ogni modo, apprezziamo che il Ministro abbia ascoltato tutte le nostre doglianze con attenzione e partecipazione ed abbia compreso la volontà unanime di non essere definitivamente smembrati qua e là per il territorio pugliese.

Alla fine dell’incontro, ha promesso a tutti noi che interverrà subito e che si occuperà personalmente della questione barese, anche con l’eventuale emanazione di provvedimenti d’urgenza. 

Noi come al solito ci siamo sempre e continueremo ad esserci!

AlleghiamoNota prot 44 2018 Ministro Bari

Flash 2018 24 Palazzo Giustizia Bari – Confintesa FP presente

EMERGENZA EDILIZIA GIUDIZIARIA BARESE. Breve rendiconto della riunione

31st Mag
2018
Non Attivo

Si è svolto nel pomeriggio del 30 maggio al Ministero l’incontro informale tra il Direttore Generale del personale -Barbara Fabbrini-, i rappresentanti sindacali ed i rappresentati della sicurezza della sede di Bari per discutere delle gravissime problematiche della staticità del palazzo di Via Nazariantz, di Bari che hanno comportato come immediata conseguenza quella del (vergognoso) montaggio di tensostrutture (per dirla in gergo: “tende”) ove svolgere le udienze.

Presenti il nostro Segretario Generale, Claudia Ratti e il Segretario Nazionale, Daniela Massotti, che hanno rappresentato le ragioni del personale amministrativo, riferendo al Direttore Generale il recente scenario da “emergenza terremotati” della giustizia barese.

In particolare, il Segretario Generale, che ha vissuto personalmente le vicende del Palazzo in questione, ha sottolineato come sia impensabile che i colleghi ed i magistrati siano costretti nonostante tutto a continuare a lavorare nel palazzo pericolante ed a gestire in extremis estenuanti “turnazioni e presidi per le attività urgenti”, mentre è inibito l’accesso all’edificio per motivi di sicurezza agli avvocati, testimoni e imputati.

SE PERICOLANTE È, LO È PER TUTTI.

Non solo … si è sottolineato che negli anni la situazione era ben nota a tutti da moltissimi anni tanto che il Palazzo è stato per tanto tempo “sequestrato con facoltà d’uso” e si è anche ribadito che la situazione emergenza non deve tradursi in calpestio dei diritti dei lavoratori, in ipotesi fantasiose di gestione del personale ma deve sempre rispettare pienamente tutte le norme vigenti.

Abbiamo accolto con favore la soluzione “ponte, in alternativa alla vergognosa tendopoli, del trasferimento del personale negli edifici già disponibili a Modugno ed in via Brigata Bari (prevedendo anche un “interpello” tra il personale), ribadendo che sia “ponte” e non diventi l’occasione per risolvere il problema con lo smembramento degli uffici giudiziari baresi e che, al contrario, deve trovarsi una soluzione comune definitiva, che ristabilisca per tutti la serenità persa, che garantisca maggiore sicurezza e dignità professionale e che si concretizzi nella definitiva “unitarietà della giustizia barese”.

Noi, come al solito, ci saremo!

Il Segretario Generale Regionale ­­­­­­­­­­­­­­­­­­

(Maria Pia Erriquez)

Flash 2018 23 Palazzo Giustizia Bari

nota a verbale 30 maggio

Situazione Uffici Giudiziari di Bari – Convocazione al Ministero delle OO.SS.

28th Mag
2018
Non Attivo

Riceviamo e pubblichiamo la convocazione per mercoledì 30 maggio 2018 alle ore 15 al Ministero in relazione alla problematica della staticità dell’edificio che ospita gli uffici di Procura e Tribunale penale di Bari ed ai riflessi sul personale amministrativo.

Vi terremo aggiornati sull’esito dell’incontro.

TRIBUNALE PERICOLANTE IN SGOMBERO… GIUSTIZIA BARESE ACCAMPATA!!!

28th Mag
2018
Non Attivo

MAXI CORTEO DI PROTESTA LAVORATORI LUNEDI’ 28 MAGGIO ALLE ORE 13.30

Apprendiamo in queste ore che, a seguito dell’encomiabile lavoro dei Capi dei nostri Uffici e Dirigenti che si stanno da giorni affannando per cercare soluzioni di gestione provvisoria dell’ emergenza in corso, è stato emanato il decreto n.94/18 del Presidente del Tribunale di Bari che, in maniera chiara e puntuale, ha fotografato la drammatica situazione di quanto accaduto in questi giorni al Palazzo di via Nazariatsz ed ha dato precise direttive sulla attività giudiziaria provvisoria sino al 30 giugno 2018, anche in previsione dell’incontro che si terrà a Bari lunedi 28 maggio alle 14.30 tra i Capi degli uffici, il Vice Presidente del CSM, il rappresentante del Ministero e Autorità per decidere sulle sorti della giustizia barese. Allo stesso tempo non si può negare che l’epilogo “grave e paradossale” della giustizia barese, costretta per motivi di sicurezza ad “accamparsi in tenda” per poter proseguire l’attività ed a spostare momentaneamente le udienze penali con detenuti al vecchio Palazzo di piazza De Nicola e nell’aula bunker di Bitonto, si sarebbe potuto evitare in quanto, come più volte affermato dal Procuratore Volpe, il Ministero era già al corrente di tutto e nonostante questo non è intervenuto in tempo.

Per questo il Segretario Regionale di Confintesa FP, Maria Pia Erriquez, il Vice Segretario Provinciale, Mariantonietta Casalaspro, i dirigenti sindacali e le RSU di sede saranno in piazza a sostegno del personale amministrativo lunedì 28 maggio al “maxi corteo di protesta” che partirà da via Nazariantsz alle ore 13.30 ed arriverà alle 14.30 in piazza De Nicola, insieme ai Magistrati, Avvocati e dipendenti tutti, organizzato da ANM, condividendone le ragioni.

Come al solito saremo a fianco dei lavoratori giustizia. Vi aspettiamo numerosi per dire tutti insieme….

NO allo smembramento degli uffici giudiziari baresi!

SI alla Sicurezza, dignità professionale e unitarietà dell’edilizia giudiziaria!

Il Segretario Generale Regionale

MARIA PIA ERRIQUEZ

Alleghiamo:

  1. locandina Manifestazione Giustizia Bari
  2. Comunicato stampa CONFINTESAFP Manifestazione personale Giustizia Bari
  3. Convocazione Assemblea 28 maggio Confintesafp Palazzo di Giustizia di Via Nazariant Bari
  4. Decreto n. 94-2018 Pal. Nazariatz
  5. articolo LA STAMPA Il Palagiustizia di Bari rischia il crollo. Inizia il trasloco, sospese le udienze.

TRIBUNALE DI BARI A RISCHIO CROLLO… STOP ATTIVITA’ GIUDIZIARIA E SGOMBERO IMMEDIATO

24th Mag
2018
Non Attivo

“Siamo particolarmente preoccupati per l’incolumità dei lavoratori!!! Sicurezza prima di tutto e se il Palazzo di via Nazariantz è a rischio crollo, si deve agire immediatamente e deve essere abbandonato al più presto”.

Questo è quanto affermato dal Segretario Generale Regionale di Confintesa FP, Maria Pia Erriquez, durante la riunione che si è tenuta ieri 22 maggio convocata dal Procuratore capo Volpe e Magistrati, Ordine degli Avvocati, Camera Penale, Sindacati, Rsu, avvocati e lavoratori tutti. Presente anche il Vice Segretario Provinciale di Confintesa FP Bari, Mariantonietta Casalaspro.

Il Segretario Generale Regionale, prendendo atto delle risultanze della relazione tecnica INAIL in termini di inagibilità del Palazzo, ha chiesto, anche per iscritto, che vengano prese immediatamente dall’Autorità competente tutte le misure volte a tutelare la salute e la sicurezza delle persone, anche in termini di sospensione momentanea di ogni attività lavorativa in corso.

Il Segretario Generale Claudia Ratti, nel condividere la posizione della Erriquez, sostiene che questa è una decisione che doveva essere presa da tempo. Peraltro, il 2018 è l’anno dedicato alla sicurezza sui posti di lavoro ed è impensabile che proprio gli uffici  Giudiziari, sempre solerti nel far rispettare le norme sulla sicurezza sul lavoro, abbiano procrastinato nel tempo questa importante disposizione che metteva a rischio l’incolumità dei dipendenti della giustizia.

Confintesa FP, se necessario, è pronta a mobilitarsi per sostenere i diritti dei lavoratori!!!

IL Segretario Generale Regionale

MARIA PIA ERRIQUEZ

Alleghiamo:

Prot 39_2018 -Lettera Confintesafp Palazzo di Giustizia di Via Nazariant Bari

Prot 40-2018 -Sospensione attività per emergenza rischio crollo Via Nazariant Bari

Comunicato Stampa Confintesa FP Bari – chiusura Tribunale

FLASH 21 TRIBUNALE DI BARI A RISCHIO CROLLO

1 2 3 61